IGNAZIO ED I SUOI FRATELLI STUDIARONO A ROMA
IGNAZIO ED I SUOI FRATELLI STUDIARONO A ROMA
.
Pensavo, ormai, di aver trovato tutto sull’avv. Ignazio Brunacci e sulla sua Famiglia.
http://www.brunacci.it/avv--ignazio-brunacci-consalvi--1870-1928-.html
.
Invece mi trovo ad aver trovato su internet il suo percorso scolastico, che lo porta a Roma.
Essendo deceduta l’anno scorso la nipote, Lina Esposito di Perugia, ora non ho più nessuno a cui chiedere notizie di prima mano.
Per me è una sorpresa scoprire che tutta la famiglia di Cesare Brunacci, padre di Ignazio, risiedeva a Roma.
-----------
Per caso ho trovato su internet il seguente documento:
.
LA CIVILTA CATTOLICA
ANNO QUARANTESIMOPRIMO
Serie XIV, vol. V, fasc. 949. 21 decembre 1886.
Beatus populus cuius Dominus Deus eius.
PSALM. CXLIII, 18.
VOL. V.
BELLA SERIE DECIMAQUARTA
ROMA
PRESSO ALESSANDRO BEFANI
VIA CELSA, 8
presso la Piazza del Gesù, 1890
.
Al Massimo, istituto che non ha bisogno delle nostre lodi per mettersi in vista, essendo noti i grandi progressi che in mezzo a somme difficolta ha fatto nel breve periodo della sua esistenza, la premiazione solenne ed annuale fu una vera e splendida festa per la gioventù studiosa che lo frequenta. La Voce della Verità, dopo aver riferiti i particolari della bella cerimonia, scrivea.
.
I risultati che ottennero gli allievi della classe liceale, negli esami di licenza dinanzi alle Commissioni governative, sono stati addirittura splenditi.
.
Ecco i nomi dei licenziati nel ramo liceale: Gaetano de' Conti Mattei, Giuseppe de' Marchesi De Grolee, Ignazio Lalumia, Pietro Balzani, Ignazio Brunacci, Paolo Ciofi, Luigi Guidi, Luigi Luzi, Claudio Mancini, Luigi Zama.
.
La licenza ginnasiale fu pure onorevolmente conseguita dagli alunni seguenti : Gaetano Desio, Giovanni de' Marchesi Bartolucci, Arturo Caccini, Nicolo Gavotti, Leonzio Grille, Alessandro Laurenzio, Nicolo de' Marchesi Marini, Umberto Mengarini, Ugo Scaglione, Mario Serena.
.
DEGRETUM Feria VI die 6 Decembris 1889
Serie XIV, vol. T, fagc. 949. 8 23 decembre 1889.
--------------
Ho scritto subito al Rettore dell’Istituto Massimo, il quale non solo mi ha confermato che Ignazio Brunacci aveva frequentato questo Istituto, ma anche i suoi fratelli Pietro e Bruno.
.
Egregio Sig. Brunacci,
dal nostro schedario risulta BRUNACCI IGNAZIO, di Cesare e di Bocci Anna, nato a Civitanova il 3 dicembre 1870, battezzato il 4 dicembre 1870, iscritto all’Istituto Massimo il 15 novembre 1886 per una classe del Liceo classico (nello schedario non viene specificato quale, presumibile per l’età il 1° Liceo). Risultano alunni e fratelli di Ignazio, in quanto tutti figli di Cesare e Anna Bocci: Bruno, nato a Potenza il 16/12/1877 e iscritto alle elementari nel 1886; Pietro, nato a Potenza il 13/11/1872 e iscritto al Ginnasio nel 1886. Un cordiale saluto. P. Francesco Tata SJ.
.
Negli anni ’60 l’Istituto Massimo fu trasferito all’EUR, mentre nel periodo in cui Ignazio lo frequentava, esso si trovava nella zona delle Terme di fronte alla Stazione Termini.
-------------
La sorpresa non finisce qui. A questo punto, continuo le ricerche e trovo Ignazio anche all’Università romana.
Nell’Annuario scolastico dell’Università degli Studi di Roma, anno 1893-94, trovo a pag. 253 al n. 21 “Ignazio Brunacci di Cesare da Civitanova (Marche); ed a pag. 283 al n. 15, ancora “Ignazio Brunacci”.
-------
Sappiamo che Ignazio tornò a Civitanova, dove è sepolto;  il padre Cesare andò a Macerata, dove è sepolto, con la figlia Pia; Bruno divenne professore all’Uni di Roma ed è sepolto al Verano; Pietro si sposò a Torino e sembra che sia sepolto a Rimini.
----------
Ma chi era Cesare Brunacci, il padre di Ignazio?
In un registro lessi che era "Possidente", ovvero economicamente stava molto bene.
.
La nipote Lina mi ha raccontato che, però, ebbe un tracollo finanziario quando per seguire i consigli di un suo socio, investì molto denaro in edilizia in Sicilia.
Sbaglierò, ma questo “socio” sembra essere proprio il padre di Lina, ovvero il genero Giovanni Esposito, il quale era di origini messinesi.
.
Cesare era un uomo abbastanza ricco quindi che potè permettersi di far studiare tutti i suoi figli, con ottimi risultati.
.
Ora Cesare è sepolto nella tomba di Famiglia nel cimitero di Macerata, insieme alla figlia ed al genero. La moglie dovrebbe essere quindi sepolta a Roma.
.
Che strano, solo ora mi accorgo di non aver chiesto alla nipote Lina dove sia sepolta la nonna.
.
Con una breve ricerca su internet, oltre a trovarlo a Roma, trovo sue tracce anche in Campania, a Monte Porzio Catone ed a Porto Recanati nelle Marche.
.
Sembra che in Campania abbia chiesto un mutuo ipotecario insieme ai suoi parenti Bocci Davide ed Icilio (posiz. 2434, n. 1971, cart. 64).
.
Lo ritrovo a Monte Porzio Catone (Roma), dove il 27/7/1893 fa domanda per ottenere un credito.
.
Lo trovo anche nelle Marche a Porto Recanati in contrada Potenza (dove viveva anche l'altra figlia Maria).
---
Insomma si trattava di una famiglia abbastanza ricca.





Realizzazione siti