1789, ricordi
 
1789
RICORDI
Leggendo le sue “Memorie” mi colpisce molto il fatto che il Cardinale, ogni tanto, perde tempo a trascrivere alcuni ricordi molto personali, pur sapendo di correre il rischio di venire scoperto. Non dimentichiamo, infatti, che egli si trova prigioniero a Reims mentre scrive le sue "Memorie" e che lo fa di nascosto.
Con la memoria egli torna al periodo in cui era stato appena nominato Presidente del S. Michele, quando accadde che ...
 “Poco dopo il mio cuore ricevé ancora nello stesso genere un altro colpo sensibilissimo. io avevo al mio servizio un giovinetto di 20 anni, di angelici costumi, di una saviezza virile, di una illibatezza e fedeltà senza pari, di grandissima intelligenza e capacità e di non comune polizia di tratto e avvenenza.
In una domenica, che era il dì 1° di marzo 1789, (ma come fa a ricordarsi che il 1° marzo di 22 anni prima cadeva di Domenica?) tornando egli da S. Michele a Ripa con la sua moglie, 4 soldati, caldi dal vino e dalla lussuria, si posero a seguirli e, prima con le parole e poi con atti indecenti, si fecero a seguirla e molestarla e tentarla di prestarsi alle loro voglie.
L'infelice giovinetto, dopo molta pazienza, affrettando il cammino senza mai volgersi a loro, vedendoli ciò nonostante sempre più avanzare nel loro proposito e perfino porre le mani sotto le vesti della donna, alla fine si rivolse dicendo con dolcezza che quella era sua moglie e che perciò lasciassero di seguirla e molestarla.
Tanto bastò perche lo prendessero con violenza e, strappandolo dal di lei fianco, a pochi passi di distanza uno di essi, malgrado i di lui prieghi (che non aveva altra difesa), gli immergesse in una coscia la sua bajonetta; il qual colpo avendogli trapassata l'arteria, lo privò, in uno o due minuti, di vita immerso in un lago del proprio sangue. La qualità di tal morte e la perdita di sì buon giovine e a me attaccatissimo, mi fu sensibile a un grado difficile a imaginare.
Mi sarebbe piaciuto trovare il nome di questo giovane, la sua casata, e la di lui moglie. Qualcosa mi dice che questa ragazza è stata aiutata dall’allora Mons. Ercole Consalvi.





Realizzazione siti